Torna a Eventi FPA

Innovazione nella PA

Trasformazione digitale

Transizione verde

Inclusione sociale

Torna al programma

  da 11:30 a 13:04

One Health, digital [ tk.01 ]

in collaborazione con P4I

Il 27 e 28 ottobre prossimi si svolgerà la sesta edizione di FORUM PA Sanità, iniziativa promossa dal Gruppo Digital360, di cui FPA è parte.  Sarà una grande occasione di condivisione, conoscenza e sperimentazione, trasmessa sulla piattaforma di diretta FPA, che integra funzionalità di streaming, meeting, live chat e spazi di realtà virtuale dedicati ad ognuno dei partner.

Nel definire i confini di FORUM PA Sanità, abbiamo scelto di adottare il paradigma One Health: ovvero riconoscere che la salute delle persone e dell’ecosistema sono legate indissolubilmente e che servono approcci e sforzi globali per “progettare e implementare programmi, politiche, norme e ricerche in cui diversi settori cooperino per raggiungere migliori risultati per la salute pubblica” (WHO).

In questa prospettiva, crediamo che la realizzazione di tale paradigma debba necessariamente passare attraverso l’uso competente e consapevole della leva digitale.

Da qui il titolo dell’appuntamento odierno e anche il tema guida di FORUM PA Sanità 2021.

One health, digital diventa l’unico paradigma possibile per favorire collaborazione tra diverse discipline e professionisti (medici, veterinari, ambientalisti, economisti, sociologi, etc.), per affrontare in modo sistemico i bisogni delle persone sulla base della relazione tra la loro salute e l’ambiente in cui vivono, per riconoscere che gli investimenti in salute (spesa sanitaria) sono sicuramente una delle principali opzioni da seguire per i policy maker se vogliono garantire al nostro mondo prospettive di crescita economica prolungata.

Tale approccio non si traduce in una grande riforma legislativa – per cui non ci sono tempi e risorse – ma in una serie di azioni coerenti e prioritarie che consentano la rapida evoluzione verso un sistema integrato e digitalizzato, incentrato sulle necessità di assistenza e cura della persona, flessibile al cambiamento della domanda di salute da parte dei cittadini, nel quale processi clinici, prevenzione, stili di vita, scelte alimentari e sostenibilità ambientale siano tra loro connessi. Ecco allora la necessità di formare competenze e professionalità per rinforzare l’ecosistema salute, di condividere le informazioni tra tutti gli attori del sistema salute e di facilitare l’introduzione di servizi innovativi per affrontare l’invecchiamento della popolazione, la diffusione delle cronicità e delle patologie oncologiche.

In questo appuntamento analizzeremo le priorità d’azione su cui operare per rafforzare il sistema Salute in una logica One Health attraverso la leva dell'innovazione digitale.

Programma dei lavori

Introduce e Modera

Veraldi
Antonio Veraldi Responsabile Area Sanità e Regioni - FPA Biografia

Da anni lavora per costruire, consolidare e allargare reti di amministratori pubblici, di professionisti della sanità pubblica e privata, di esponenti delle professioni, di ricercatori e di manager delle imprese. L'obiettivo è promuovere e facilitare l’incontro e lo scambio di idee, competenze e esperienze tra tutti questi soggetti, autori dell'innovazione della PA e dei sistemi territoriali. 

Chiudi

Interventi di apertura

Collicelli
Carla Collicelli Cnr, Sapienza Combiomed e ASviS
Corso
Mariano Corso Responsabile Scientifico Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità Politecnico di Milano e Presidente P4I Biografia

Mariano Corso è Professore Ordinario di “Leadership e Innovation” presso il Politecnico di Milano e docente presso il MIP ed altre Business School a livello internazionale.

E’ co-fondatore e membro del comitato scientifico degli “Osservatori digita Innovation” della School of Management del Politecnico di Milano e Responsabile Scientifico di alcuni Osservatori, tra i quali: Cloud as a Service, Smart Working, HR, e della Digital Business Innovation Academy.

E’ inoltre Presidente e Direttore Scientifico di P4I – Partners4Innovation

Ricopre il ruolo di senior advisor su progettualità che hanno come temi il change management, digital innovation, smart working e coordina progetti di ricerca a livello nazionale ed internazionale.

E’ autore o coautore di numerose pubblicazioni scientifiche di cui oltre 130 a livello internazionale.

Chiudi

Tavola rotonda

Aceti
Tonino Aceti Presidente - Associazione Salutequità Biografia

Tonino Aceti, 41 anni, è fondatore e Presidente dell’Associazione SALUTEQUITA’.

Esperto in politiche sanitarie e tutela dei diritti dei cittadini-pazienti, da sempre al fianco delle associazioni dei pazienti, è stato tra i protagonisti del Piano nazionale della cronicità e di quello sulle liste di attesa, ha contributo all’abrogazione del Superticket sanitario, al rispetto della Legge su cure palliative e terapia del dolore e più in generale del diritto all’accesso alle cure.

In prima linea per l’umanizzazione delle cure, la partecipazione dei cittadini-pazienti nel policy making e soprattutto contro le disuguaglianze.

Dal 14 luglio 2020 è Componente del Comitato scientifico Nazionale della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT).

Dal 1° febbraio 2019 è Portavoce della Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) che rappresenta i 452.000 infermieri iscritti agli ordini provinciali.

Dal 2019 è componente del Comitato Reclami-Encomi-Segnalazioni dell’IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Dal 2003 al 2019 ha collaborato con Cittadinanzattiva ricoprendo il ruolo di Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato (TDM) e Responsabile del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC).

In Cittadinanzattiva ha lanciato la proposta per l’abrogazione nazionale del Superticket in sanità, attraverso la sottoscrizione di una petizione che ha raccolto circa 40.000 sottoscrizioni. Una proposta raccolta in parte con la creazione de fondo triennale e successivamente fatta propria dal Ministro Speranza con la sua totale abrogazione.- Autore, curatore e responsabile politico di molteplici pubblicazioni in materia di politiche sanitarie come: Rapporto PIT Salute del Tribunale per i diritti del malato/Cittadinanzattiva sullo stato di salute del SSN dal punto di vista dei cittadini; Rapporto nazionale sulle politiche cronicità del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici; Rapporto sul federalismo sanitario dell’osservatorio civico.

Nel 2013 è stato inserito tra i 50 Under 35 più promettenti d’Italia dalla Rivista Wired.it

Ha ideato e avviato la Scuola Civica di Alta Formazione in Diritti e Partecipazione in Sanità di Cittadinanzattiva.

 

È stato a capo dell’Ufficio Studi e Documentazione del TDM. E’ stato inoltre membro del Comitato Etico del Policlinico Umberto I di Roma e componente della Commissione Ministeriale per la Semplificazione Amministrativa in materia di invalidità civile e handicap.

È stato membro dell’ Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Ad agosto 2014 è nominato, quale esperto delle politiche della cronicità nelle Commissioni preposte alla stesura del Piano Nazionale della Cronicità. Con Decreto del Ministro della salute è stato nominato componente del Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della Salute - sezione Cure Palliative e Terapia del Dolore L. 38/2010.

È stato componente del Tavolo Innovazione istituito presso la Direzione Generale Dispositivi Medici e Farmaci del Ministero della Salute.

È stato componente del Comitato Nazionale del Programma Nazionale Esiti (PNE) istituito presso l’AGENAS.

È stato Responsabile Scientifico della ricerca sulla “Valutazione partecipata del grado di umanizzazione degli ospedali” promossa dall’ AGENAS.

È componente del Comitato scientifico del Forum Risk Management della Fondazione Sicurezza in Sanità e del Congresso Nazionale SIFO.

Ha ricevuto il Premio “Ali di Antea” per la sensibilità dimostrata nel testimoniare il valore imprescindibile della vita e per l’impegno profuso nella diffusione di una cultura delle Cure Palliative.

È componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Amicitalia ONLUS operante nel settore ricerca delle Malattie Infiammatorie Croniche dell’intestino (M.I.C.I).

Con decreto del Presidente della Giunta Regionale della Puglia nel 2017 è stato nominato componente del Consiglio Sanitario Regionale. Con decreto del Ministro della Salute 11 dicembre 2017 è stato nominato Componente della Cabina di Regia del Piano Nazionale della Cronicità.

A maggio 2018 è designato componente della Commissione Ministeriale per la stesura del Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa 2019-2021, successivamente approvato. In occasione dei 40 anni del SSN ha lanciato la proposta per la creazione di un Logo del Servizio Sanitario Nazionale, accolta favorevolmente dal Ministro della Salute.

 

Chiudi

Lorusso
Stefano Lorusso Capo segreteria tecnica del Ministro - Ministero della Salute Biografia

Stefano Lorusso ha maturato un’esperienza quasi ventennale nell’ambito della gestione sanitaria, operando in aziende sanitarie, dipartimenti regionali e attualmente presso il Ministero della salute in qualità di capo della segreteria tecnica del Ministro. Ha avuto, così, la possibilità di conoscere sul campo contesti aziendali e regionali differenti, ricoprendo diversi ruoli, quali quello di dirigente, membro di collegio sindacale e dell’organismo indipendente di valutazione, direttore amministrativo e direttore generale. Ciò gli ha consentito di rafforzare le sue competenze nell’ambito della programmazione, gestione e controllo delle organizzazioni sanitarie.

Dopo la laurea in Economia e Commercio, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha conseguito un Dottorato di ricerca in Economia e Management delle Aziende e delle Organizzazioni Sanitarie presso l’Università di Napoli “Federico II”. Ha proseguito la sua formazione con un Master in Finanza Pubblica, conseguito presso la Scuola Superiore di Economia e Finanza di Roma. È, inoltre, revisore legale dei conti e membro dell’associazione scientifica di economia sanitaria.

Ha coltivato lo studio delle discipline aziendali associate al settore sanitario svolgendo attività didattica e di ricerca in qualità di docente a contratto di economia e organizzazione aziendale nell’ambito di corsi di laurea e master organizzati da diverse Università. Nelle stesse materie ha pubblicato contributi su diverse riviste scientifiche e settoriali.

Chiudi

Brown
Chris Brown Dirigente - WHO European Office for Investment for Health & Development Biografia

Chris Brown è a capo dell'Ufficio europeo dell'OMS a Venezia che si occupa degli investimenti per la salute e lo sviluppo, ed è visiting professor presso la Glasgow Caledonian University, Regno Unito.

Ha guidato il processo che ha portato all'adozione della prima risoluzione a livello europeo volta a favorire una vita sana e prospera per tutti. La risoluzione è stata adottata nel settembre 2019 da parte di 53 Stati Membri europei, partner e agenzie delle Nazioni Unite.   

Inoltre, Chris è co-autrice del primo rapporto dell'OMS sullo stato dell'equità sanitaria in Europa (European Health Equity Status Report and Policy Tools) che ha l’obiettivo di fornire ai decisori politici possibili soluzioni per ridurre le disuguaglianze sanitarie.

Attualmente, in linea con le priorità della ripresa post emergenza Covid, Chris si occupa di coordinare la nuova iniziativa EURO Economy of Wellbeing che mira a includere il tema dell’equità nei piani di ripresa e in modo da promuovere la salute di tutti.

Chiudi

Commento

Longo
Alessandro Longo Direttore responsabile Agendadigitale.eu Biografia

Direttore responsabile delle testate specializzate Agendadigitale.eu (dal 2012) e Forumpa.it (entrambe del gruppo Digital 360), è anche collaboratore continuativo dal 2003 di Repubblica (con circa mille articoli pubblicati[1]), dell'Espresso (dove risulta nel colophon del giornale tra i collaboratori regolari) e del Sole24Ore. Circa un centinaio di inchieste sul mercato degli operatori telefonici e dell'Agenda digitale (temi su cui Alessandro Longo è specializzato) sono state pubblicate sulle prime pagine[2] di Repubblica e del Sole24Ore. Sempre nella veste di giornalista esperto di temi digitali, interviene dal 2010 a Uno Mattina e Uno Mattina in Famiglia su Rai 1[3]. Suoi interventi anche ad Agorà (Rai 3), A Conti Fatti (Rai 2) e Mi Manda Rai 3. Nel 2013 ha moderato il creatore del web Tim Berners Lee a un evento della Provincia di Trento. Nel 2016 ha partecipato all'evento Forumpa 2016 moderando il noto economista Jeremy Rifkin.
Nel 2015, un suo articolo ha vinto il premio Anfov, dedicato al giornalismo specializzato nelle telecomunicazioni[4].Anfov è una delle principali associazioni di categoria, dal 1982. Dal 2005 interviene regolarmente nei programmi della Radiotelevisione Svizzera (Radio 1) in qualità di esperto di temi digitali 

Chiudi

Conclusioni

Torna al programma