Torna a Eventi FPA

Innovazione nella PA

Trasformazione digitale

Transizione verde

Inclusione sociale

Inclusione sociale

Torna al programma

  da 14:00 a 16:00

Ridurre le disuguaglianze, favorire la coesione sociale e territoriale e la parità di genere [ sc.05 ]

La registrazione video dell'evento è disponibile cliccando QUI

Non può esserci sviluppo equo, sostenibile e duraturo senza una maggiore uguaglianza e coesione sociale e territoriale. In questo scenario approfondiremo le azioni necessarie a promuovere una crescita inclusiva della comunità nazionale, insieme alla riduzione delle disuguaglianze territoriali, generazionali e di genere, anche attraverso la concreta applicazione dei paradigmi dell’open government e dell’innovazione sociale. 

Programma dei lavori

Coordina e Introduce

Mochi Sismondi
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia

Sono nato nel 1952 a Roma ma ora vivo a Firenze, ho due figli  sono nonno. All’Università ho studiato Economia e Commercio da ragazzo, senza laurearmi, mi sono poi laureato in Filosofia da adulto con un approfondimento in pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out. Ho fatto per dieci anni l'operaio (falegname) e poi mi sono occupato di marketing, di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 31^ edizione. Nella mia ormai trentennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 21 Governi e con 18 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni. Nei miei contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Keynote speech

Mulgan
Geoff Mulgan Professore di intelligenza collettiva, politiche pubbliche e innovazione sociale - University College London Biografia

Sir Geoff Mulgan CBE is Professor of Collective Intelligence, Public Policy and Social Innovation at University College London (UCL).Prior to that he was Chief Executive of Nesta, the UK's innovation foundation, between 2011 and the end of 2019.From 1997 to 2004 Geoff had roles in the UK government including director of the Government's Strategy Unit and head of policy in the Prime Minister's office. From 2004 to 2011 he was the first Chief Executive of The Young Foundation. He was the first director of the think-tank Demos; and has been a reporter on BBC TV and radio.

He has a PhD in telecommunications and has been a visiting professor at London School of Economics (LSE) and Melbourne University, and a senior visiting scholar at Harvard University.He has also been a regular lecturer at the China Executive Leadership Academy.

Geoff helped found many organisations including Demos, the Young Foundation, the Social Innovation Exchange (SIX), Uprising, Studio Schools Trust, Action for Happiness, the Alliance for Useful Evidence, the Australia Centre for Social Innovation and Nesta Italia.He has co-chaired a World Economic Forum group looking at innovation and entrepreneurship in the fourth industrial revolution.

He has advised many governments around the world. He is a World Economic Forum Schwab Fellow from 2019-22, and from 2020 is a senior fellow of Demos Helsinki and the New Institute in Hamburg.

His books include ‘The Art of Public Strategy’ (Oxford University Press), ‘Good and Bad Power’ (Penguin), ‘The Locust and the Bee’ (Princeton University Press), ‘Big Mind: how collective intelligence can change our world’ (Princeton University Press) and ‘Social innovation: how societies find the power to change’ (Policy Press). Geoff has given TED talks on the future economy, happiness and education.

Geoff was awarded a knighthood in the Queen’s Birthday Honours in 2020.

Chiudi

Saluto del Ministro

Carfagna
Mara Carfagna Ministro per il Sud e la Coesione territoriale Biografia

Sono nata a Salerno il 18 dicembre 1975, mi sono laureata in Giurisprudenza con una tesi in diritto dell’informazione nel sistema radiotelevisivo. Ho lavorato come conduttrice in programmi televisivi.

Nel 2004 ho aderito a Forza Italia e nel 2006 sono stata eletta per la prima volta alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Campania 2. Da maggio 2008 a novembre 2011 ho ricoperto l’incarico di ministro per le Pari Opportunità nel governo Berlusconi IV. Nel 2010 sono stata eletta al Consiglio regionale della Campania e dal giugno 2016 al novembre 2020 sono stata consigliere comunale a Napoli.

Nella XVIII Legislatura sono stata eletta vicepresidente della Camera dei deputati, incarico che ho mantenuto fino al giuramento come ministra per il Sud e la Coesione territoriale nel governo Draghi, avvenuto il 13 febbraio 2021.

Mi sono sempre occupata della promozione dei diritti delle donne e dei diritti umani. Nella mia attività politica e istituzionale, ho mantenuto un'attenzione particolare verso il Mezzogiorno e le sue grandi potenzialità, nella convinzione che riuscire a esprimerle appieno consentirebbe di migliorare le condizioni di vita dei cittadini meridionali e rilancerebbe lo sviluppo di tutto il Paese.

Chiudi

Intervengono

Agrò
Maria Ludovica Agrò Curatrice Scientifica FORUM PA Sud Biografia

Nata a Roma il 26.3.1954. E' sposata ed ha tre figli.

Laureata con lode in Scienze politiche con indirizzo politico-economico-internazionale all’Università La Sapienza di Roma, si è specializzata in “Studi europei”  e in “Soluzione dei conflitti giuridici internazionali” .

E' stata Direttore Generale dell’Agenzia per la coesione territoriale dal dicembre 2014 ad agosto 2018

Precedenti incarichi

Direttore Generale della Politica Industriale, Competitività e Piccole e Medie Imprese (dal 7 febbraio 2014 al 18 dicembre 2014)
Direttore Generale della Politica Industriale e Competitività MiSE ( dal 9 agosto 2013 al 6febbraio 2014)  
Direttore Generale Politica Regionale Unitaria Comunitaria –Dipartimento Sviluppo e Coesione (16 febbraio 2012-8 agosto 2013)
Direttore Generale dell’Ufficio degli Affari Generali e delle Risorse MiSE (1dicembre 2011-15
febbraio 2012)
Responsabile delle “Politiche di sostegno e promozione dei settori del Made in Italy” e del Punto Nazionale di Contatto OCSE per la Responsabilità Sociale di Impresa nell’ambito della Direzione Generale Politica Industriale e Competitività – MiSE (da agosto 2009 al 30 novembre 2011)
Direttore Generale della Proprietà Industriale -Ufficio Italiano Brevetti e Marchi -Ministero dello Sviluppo Economico (dal 1  gennaio 2008 al 31 gennaio 2009)
Direttore dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – Ministero delle Attività produttive (dal
4 giugno 2002 al 31 dicembre 2007)
Dirigente, come  vincitrice di concorso, dell’Ufficio  dei Marchi  Internazionali  e Comunitari -
Ufficio  Italiano Brevetti e Marchi – Ministero delle Attività produttive (1995-2002)
Funzionario,vincitrice del concorso pubblico per Capo Ufficio Statistica, presso il Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato (commercio interno e  industrie alimentari
1980 -1995)
Altri incarichi attuali
Membro del Comitato per lo sviluppo delle industrie del settore aeronautico Legge 808/85
Delegato italiano nel Gruppo di alto livello Entreprise Policy presso la Commissione Europea (EPG)
Delegato italiano al Comitato Industria presso l’OCSE  (dal 2009)
Membro del Bureau del Comitato Industria presso l’OCSE (dal 2011)
Co-presidente del gruppo MENA-OCSE per la politica delle PMI e lo sviluppo dell’imprenditorialità e del capitale umano (dal 2010)
Co-Presidente del gruppo di cooperazione industriale e per le alte tecnologie nel
l’ambito del Consiglio di Cooperazione Italia-Russia (dal 2010)

Chiudi

Barca
Fabrizio Barca Coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità Biografia

Statistico ed economista, è oggi coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità.
E’ stato dirigente di ricerca in Banca d’Italia, responsabile delle previsioni macroeconomiche, di indagini sulle imprese e di progetti di studio sugli assetti proprietari delle imprese e Capo Dipartimento della politica pubblica per lo sviluppo nel Ministero Economia e Finanze. Come presidente del Comitato OCSE per le politiche territoriali e advisor della Commissione Europea, ha coordinato amministratori pubblici e studiosi nel disegno di un metodo nuovo di intervento per i territori in ritardo di sviluppo: il “place-based approach”. Questa esperienza lo ha condotto a diventare Ministro per la Coesione territoriale nel Governo Monti di emergenza nazionale 2011-2013.

Ha avanzato una proposta di riforma dell’organizzazione dei partiti: “Luoghi ideali”. Ha insegnato e insegna in Università italiane e francesi ed è autore di molti saggi e volumi fra cui: Some Views on US Corporate Governance, Columbia Business Law Review, 1998; Il Capitalismo italiano. Storia di un compromesso senza riforme, Donzelli, 1999; The Case for Regional Development Intervention. Place-Based versus Place-Neutral Approaches, Journal of Regional Science, 2012 (con P. McCann e A. Rodriguez-Pose); La Traversata. Una nuova idea di partito e di governo, Feltrinelli, 2013.

 

Chiudi

Ciattaglia
Laura Ciattaglia Project manager - Formez PA Biografia

Project manager presso Formez PA, Responsabile della pianificazione e gestione di progetti complessi cofinanziati, finalizzati al rafforzamento della capacità amministrativa nei settori lavoro pubblico, politiche del lavoro, pari opportunità, programmazione strategica nazionale e regionale. Ha rappresentato l’Italia nei gruppi di lavoro e tavoli tecnici dell’UE e dell’OCSE sulla Gestione delle risorse umane in ambito pubblico. Autrice di articoli e saggi.

Chiudi

Calabresi
Oriana Calabresi Rete Nazionale dei CUG Biografia

Nata a Mentana (RM) nel 1954, risiede a Roma.

Magistrata, Consigliere della Corte dei conti, attualmente fuori ruolo in quanto Assistente di Studio presso la Corte costituzionale.

Appassionata di diritto antidiscriminatorio è stata la Presidente del Comitato per le pari opportunità della Corte di conti.

Dal 2010 al 2013 ha svolto l’incarico di esperto giuridico presso l’UNAR occupandosi della redazione di pareri e raccomandazioni su questioni connesse alle discriminazioni per razza e origine etnica.

Fin dal 2011 è componente del gruppo di monitoraggio di supporto ai Cug presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dallo stesso anno è Presidente del Cug Corte dei conti.

Ha collaborato alla stesura delle Linee guida sui Comitati unici di garanzia del 4 marzo 2011 e sulla Direttiva 2/19 “Misure per promuovere le pari opportunità e rafforzare il ruolo dei Comitati Unici di Garanzia nelle amministrazioni pubbliche"

Dal 2015 è coordinatrice, insieme alla amica Antonella Ninci, della Rete Nazionale dei Cug, con la convinzione che l’investimento da parte degli enti nei Comitati unici di garanzia possa essere un fattore determinante non solo per il benessere organizzativo, ma anche per il miglioramento della efficienza della pubblica amministrazione.

Con Antonella Ninci e con le/i Presidenti facenti parte della Rete nazionale dei CUG ha partecipato a Seminari e convegni nelle materia del diritto antidiscriminatorio e del benessere organizzativo; tiene corsi presso la SNA (Scuola nazionale della Pubblica amministrazione).

Attualmente la Rete dei Cug conta al suo interno ben 250 amministrazioni pubbliche di grandi dimensioni, garantisce un costante confronto tra i Comitati appartenenti alla Rete, lo scambio di best practices, la promozione di progetti e azioni comuni per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni di genere ma anche di formazione continua.

Quali coordinatrici della Rete nazionale dei CUG Oriana Calabresi ed Antonella Ninci hanno sottoscritto il Protocollo d’intesa per li contrasto alla violenza di genere con le Ministre per le PPOO Bonetti e per la FFPP Dadone; hanno firmato, altresì, un Protocollo d’intesa con i Ministri per la l’Istruzione Bianchi, PP.OO Bonetti e Pubblica

Amministrazione Brunetta per un Progetto da realizzarsi nelle scuole d’infanzia, primarie e secondarie al fine di valorizzare l’inclusione e il rispetto da parte delle nuove generazioni.

Chiudi

Bini
Enrico Bini Sindaco di Castelnovo ne Monti e Federazione Nazionale delle Aree Interne
Ninci
Antonella Ninci Rete Nazionale dei CUG Biografia

Nata a Empoli, dove vive, nel 1956, sposata.

Avvocato, coordinatrice della Avvocatura Inail per la Toscana. Appassionata di diritto antidiscriminatorio è stata, fin dal 1990, partecipe del Comitato per le pari opportunità dell’Inail diventandone la Presidente.

Appassionata di diritto antidiscriminatorio è stata la Presidente del Comitato per le pari opportunità della Corte di conti.

Dal 2010 al 2013 ha svolto l’incarico di esperto giuridico presso l’UNAR occupandosi della redazione di pareri e raccomandazioni su questioni connesse alle discriminazioni per razza e origine etnica.

Fin dal 2011 è componente del gruppo di monitoraggio di supporto ai Cug presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dallo stesso anno è Presidente del Cug Inail.

Ha collaborato alla stesura delle Linee guida sui Comitati unici di garanzia del 4 marzo 2011 e sulla Direttiva 2/19 “Misure per promuovere le pari opportunità e rafforzare il ruolo dei Comitati Unici di Garanzia nelle amministrazioni pubbliche".

Dal 2015 è coordinatrice, insieme alla amica Oriana Calabresi, della Rete Nazionale dei Cug, con la convinzione che l’investimento da parte degli enti nei Comitati unici di garanzia possa essere un fattore determinante non solo per il benessere organizzativo, ma anche per il miglioramento della efficienza della pubblica amministrazione.

Con Oriana Calabresi e con le/i Presidenti facenti parte della Rete nazionale dei CUG ha partecipato a Seminari e convegni nelle materia del diritto antidiscriminatorio e del benessere organizzativo; tiene corsi presso la SNA (Scuola nazionale della Pubblica amministrazione).

Attualmente la Rete dei Cug conta al suo interno ben 250 amministrazioni pubbliche di grandi dimensioni, garantisce un costante confronto tra i Comitati appartenenti alla Rete, lo scambio di best practices, la promozione di progetti e azioni comuni per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni di genere ma anche di formazione continua.

Quali coordinatrici della Rete nazionale dei CUG Antonella Ninci ed Oriana Calabresi hanno sottoscritto il Protocollo d’intesa per li contrasto alla violenza di genere con le Ministre per le PPOO Bonetti e per la FFPP Dadone; hanno firmato, altresì, un Protocollo d’intesa con i Ministri per la l’Istruzione Bianchi, PP.OO Bonetti e Pubblica Amministrazione Brunetta per un Progetto da realizzarsi nelle scuole d’infanzia, primarie e secondarie al fine di valorizzare l’inclusione e il rispetto da parte delle nuove generazioni.

Chiudi

Saraceno
Chiara Saraceno Sociologa e Honorary fellow al Collegio Carlo Alberto di Torino Biografia

Chiara Saraceno ha insegnato dapprima all’università di Trento poi, dal 1990 e fino al 2008, è stata professore di sociologia della famiglia all’Università di Torino. In questa università, dopo essere stata direttore del Dipartimento di Scienze Sociali, ha anche presieduto il Centro interdisciplinare di studi delle donne e coordinato il dottorato in ricerca sociale comparata. Dall’ottobre 2006 a luglio 2011 è stata professore di ricerca al Wissenschaftszentrum Berlin für Sozialforschung (WZB). Attualmente in pensione, è honorary fellow al Collegio Carlo Alberto di Torino e visiting researcher al WZB. Nel luglio 2011 è stata nominata corresponding fellow della British Academy.

Per alcuni anni ha fatto parte della Commissione di indagine sulla esclusione sociale, di cui è stata anche presidente nel 2000-2001. Nello stesso periodo ha rappresentato l’Italia nel Social Protection Committee dell’Unione Europea e nel Working Party on Social Policy dell’OCSE. Ha fatto parte della commissione scientifica del rapporto BES (Benessere Equo e Sostenibile).

Nel 2006 è stata insignita della onorificenza di Grandufficiale della Repubblica Italiana. Nel 2009 ha ricevuto il premio “Bogianen” conferito dalla Camera di Commercio di Torino. A marzo 2013 ha ricevuto il premio “laico dell’anno 2012”, conferito dalla Consulta per la laicità di Torino.

I suoi interessi di ricerca riguardano l’organizzazione familiare, la divisione del lavoro tra uomini e donne, i rapporti tra le generazioni, le politiche sociali, la povertà. Su questi temi ha diverse pubblicazioni, per lo più comparative. Tra le più recenti: Sociologia della Famiglia (con M. Naldini, il Mulino, 3a ed. 2013); il Welfare (il Mulino 2013); Eredità (Rosenberg 2013); Coppie e famiglie. Non è questione di natura (Feltrinelli 2012); Cittadini a metà (Rizzoli 2012); Conciliare famiglia e lavoro. Nuovi patti tra i sessi e le generazioni (con M. Naldini, il Mulino 2011). Ha inoltre curato, con N. Sartor e G. Sciortino, Stranieri e disuguali (il Mulino 2013); con J. Lewis e A. Leira, Families and family policies ( 2 voll., Edward Elgar, 2012); Families, Ageing and Social Policy. Intergenerational Solidarity in European Welfare States, ( Edward Elgar, 2008); con A. Leira, Childhood: Changing Contexts (Comparative Social Research, vol.25 , Emerald 2008); con A. Brandolini, Povertà e benessere. Una geografia delle disuguaglianze in Italia il Mulino, 2007); con J. Alber e T. Fahey , Handbook of Quality of Life in the Enlarged European Union (Routledge 2007)

Chiudi

Intervento del Ministro

Orlando
Andrea Orlando Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Biografia

Andrea Orlando è nato a La Spezia l'8 febbraio 1969.

È stato eletto alla Camera dei Deputati, dalla XV all'attuale XVIII legislatura, e dal 27 marzo 2018 è iscritto al Gruppo Parlamentare del Partito Democratico.

Dal 17 aprile 2019, è Vicesegretario del Partito Democratico.

Dal 22 febbraio 2014 al 1° giugno 2018, ha ricoperto la carica di ministro della Giustizia nei Governi Renzi e Gentiloni Silveri.
In precedenza, dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014, era stato ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare nel Governo Letta.

Attualmente, è componente dell'VIII Commissione Parlamentare "Ambiente Territorio e Lavori Pubblici" e della Delegazione Parlamentare presso l'Assemblea del Consiglio d'Europa.
Dal 2006, alla Camera dei Deputati è stato componente anche della V Commissione Parlamentare "Bilancio, Tesoro e Programmazione" e della Commissione Parlamentare d'inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere.

Chiudi

Conclusioni

Mochi Sismondi
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia

Sono nato nel 1952 a Roma ma ora vivo a Firenze, ho due figli  sono nonno. All’Università ho studiato Economia e Commercio da ragazzo, senza laurearmi, mi sono poi laureato in Filosofia da adulto con un approfondimento in pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out. Ho fatto per dieci anni l'operaio (falegname) e poi mi sono occupato di marketing, di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 31^ edizione. Nella mia ormai trentennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 21 Governi e con 18 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni. Nei miei contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Barca
Fabrizio Barca Coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità Biografia

Statistico ed economista, è oggi coordinatore del Forum Disuguaglianze e Diversità.
E’ stato dirigente di ricerca in Banca d’Italia, responsabile delle previsioni macroeconomiche, di indagini sulle imprese e di progetti di studio sugli assetti proprietari delle imprese e Capo Dipartimento della politica pubblica per lo sviluppo nel Ministero Economia e Finanze. Come presidente del Comitato OCSE per le politiche territoriali e advisor della Commissione Europea, ha coordinato amministratori pubblici e studiosi nel disegno di un metodo nuovo di intervento per i territori in ritardo di sviluppo: il “place-based approach”. Questa esperienza lo ha condotto a diventare Ministro per la Coesione territoriale nel Governo Monti di emergenza nazionale 2011-2013.

Ha avanzato una proposta di riforma dell’organizzazione dei partiti: “Luoghi ideali”. Ha insegnato e insegna in Università italiane e francesi ed è autore di molti saggi e volumi fra cui: Some Views on US Corporate Governance, Columbia Business Law Review, 1998; Il Capitalismo italiano. Storia di un compromesso senza riforme, Donzelli, 1999; The Case for Regional Development Intervention. Place-Based versus Place-Neutral Approaches, Journal of Regional Science, 2012 (con P. McCann e A. Rodriguez-Pose); La Traversata. Una nuova idea di partito e di governo, Feltrinelli, 2013.

 

Chiudi

Torna al programma